Broken Blades Italia

La prima squadra Italiana di Taglio Sportivo

Chiedi Informazioni

La prima squadra in Italia di Taglio Sportivo

BROKEN BLADES ITALIA

IL TEAM

PRESENTAZIONE

IL TAGLIO SPORTIVO

È noto che già nel Medioevo venivano organizzate competizioni in cui si mettevano alla prova le capacità dei cavalieri e dei fabbri armaioli.

Negli anni ‘80 dello scorso secolo, durante le esposizioni di coltelleria americane, venivano organizzate gare di taglio.

Come lo conosciamo oggi, il taglio sportivo viene fatto risalire agli anni ‘90, quando una società americana organizza una competizione di taglio tra coltellinai.

Nel 2005, sempre in America, si è iniziato a discutere di una competizione mondiale aperta a tutti i tipi di coltelli, compresi quelli realizzati in fabbrica.

In Italia questa pratica sportiva arriva al grande pubblico grazie alla trasmissione televisiva “Il signore dei coltelli”, programmata su Sky e Dmax nel 2018.

GUARDA LA PAGINA DI LAME IN GARA

COLTELLO DA COMPETIZIONE

PARAMETRI

Lunghezza lama – 25.5 cm (misurata dalla parte anteriore del manico alla punta della lama)
Lunghezza complessiva – 38 cm (misurata dalla parte posteriore del manico alla punta della lama)
Larghezza lama – 5 cm (misurata nella parte più larga della lama)
Spessore di lama e manico – Nessuna restrizione

COLTELLO DA COMPETIZIONE

PARAMETRI

Lunghezza lama – 25.5 cm (misurata dalla parte anteriore del manico alla punta della lama)
Lunghezza complessiva – 38 cm (misurata dalla parte posteriore del manico alla punta della lama)
Larghezza lama – 5 cm (misurata nella parte più larga della lama)
Spessore di lama e manico – Nessuna restrizione

IL PERCHE’ DEL

TAGLIO SPORTIVO CON COLTELLO

i siamo interrogati sul senso di una pratica sportiva così “Ame-ricaneggiante” e ci siamo, altresì, chiesti se avesse un senso ri-proporla in Italia e le risposte che sono spontaneamente emerse sono le seguenti: Bellissimi i coltelli esposti dai vari artigiani alle mostre, ma si nota una propensione a privilegiare il lato “artistico” a discapito del lato “pratico”; vengono realizzate vere e proprie opere d’arte dalla forma di coltello ma non più funzionali, arrivando a non temprare le lame per non rovinarne l’estetica.
Con le prove di taglio durante le esposizioni si vuole celebrare il coltello come strumento da lavoro, vengono messi a confronto acciaio, tempre e bisellature con i relativi risultati ottenuti, la-sciando in secondo piano l’estetica del coltello. Il taglio sportivo può essere ritenuto uno sport?Consideriamo che per essere considerato tale, in uno sport, ci deve essere sforzo fisico, attività motoria e prova dei movimenti. Se proviamo a paragonare il taglio sportivo agli altri sport più nobili e conosciuti praticati con le armi, ritroviamo molti punti in comune: consideriamo ad esempio il tiro con l’arco, il tiro al piattello e gli sport con la spada.
Per praticare il taglio con il coltello, come in tutti gli altri sport, bisogna avere una buona forma fisica, resistenza e forza; come con il tiro al piattello e con l’arco bisogna avere coordinazione mano, occhio e per alcuni tipi di taglio è necessaria coordinazio-ne, giusto movimento e tecnica di taglio.
In poche parole il Taglio sportivo è una pratica sportiva tanto quanto le altre.
Questi “perché”, affiancati al fatto che tutti possono praticare questo tipo di attività, dimostrano che, per gli amante delle lame belle e funzionali, c’è spazio anche per questa novità.